Il DNA e la medicina predittiva

Il nostro organismo è costituito da una combinazione di geni cosidetti “buoni e cattivi,” ma nessun messaggio genetico è scolpito sulla pietra! In molti casi è possibile modificare a nostro vantaggio questi input ereditari attraverso delle scelte nutrizionali intelligenti, interagendo con il nostro destino genetico.
In campo medico, le nuove conoscenze sul Genoma Umano hanno permesso il consolidarsi di una nuova dimensione molecolare della medicina, in particolare di un settore definito come “Medicina Predittiva” ovvero una medicina, che basandosi sulle informazioni ricavabili dalla costituzione genetica di un individuo, possa anticipare una stima del rischio di quest’ultimo di sviluppare una determinata patologia durante il corso della vita.
Il progetto genoma umano ha consegnato alla comunità scientifica internazionale una sequenza genetica di tre miliardi di paia di basi condivisa al 99,9% da tutti gli individui. Le differenze sono costituite per la maggior parte da polimorfismi nucleotidici o SNPs, ovvero cambiamenti di una singola base nel DNA.
Ciascuno dei nostri geni possiede circa 10 SNPS nel suo «codice» rispetto al «gene standard», le varianti che ne conseguono vengono detti «alleli». Ovvio che, vista la relativa alta frequenza con cui tali mutazioni ricorrono nel genoma, non tutti i polimorfismi causano gravi implicazioni per la salute, la maggior parte di essi esibisce invece solo un lieve effetto sulla funzionalità della proteina per cui codifica. Le differenze individuali che ne risultano possono spiegare perché non tutti reagiamo in modo identico alle varie sollecitazioni. L’interesse per la componente genetica della suscettibilità a malattie complesse sta quindi assumendo sempre più importanza nella medicina moderna, in quanto si sta mettendo in evidenza il ruolo di alcuni polimorfismi genetici relativamente comuni, ma che se associati tra loro e combinati con specifiche componenti ambientali, possono elevare notevolmente il rischio di sviluppare patologie
diffuse nella società industriale.

Perché è importante conoscere il genoma umano?
PER CONOSCERE LA SEQUENZA COMPLETA DEI PROPRI GENI;
PER IDENTIFICARE LE DIFFERENZE O POLIMORFISMI;
PER STUDIARE L’ASSOCIAZIONI CON LE MALATTIE;
PER CONOSCERSI FINO IN FONDO SCOPRENDO QUELLO CHE NON SAPPIAMO;
PER INTERAGIRE CON I PROPRI GENI.

La medicina predittiva preventiva grazie all’integrazione dei dati ottenuti dalla anamnesi completa del paziente (storia propria e familiare, stile di vita, alimentazione) con il test genetico, può stimare una predisposizione di rischio verso patologie a lui relative e da qui partire per ridurre la possibilità di incorrere nella malattia attraverso la correzione dello stile di vita, l’alimentazione e attraverso la prescrizione di specifiche sostanze (nutraceutici) che hanno dimostrato scientificamente di poter aumentare la protezione verso alcune malattie. Questo percorso definisce un inizio di un lungo percorso di benessere e prevenzione che si protrarrà negli anni e vedrà il medico e il nutrizionista come trainer della salute del paziente.
La medicina predittiva è quindi una medicina personalizzata; la risposta perciò alla scoperta della sequenza del nostro DNA.
La più importante conseguenza di questi progressi è la possibilità di prevenire le malattie sulla base di test predittivi e informativi intervenendo con terapie adeguate e tempestive e per la maggior parte dei casi risolutive.
UNA DIAGNOSI PRECOCE E TEMPESTIVA PUO’ EVITARE SERIE COMPLICAZIONI E PATOLOGIE DEGENERATIVE.
I test predittivi sono test di suscettibilità genetica che hanno perciò come funzione : identificare i fattori di rischio, mirare alla prevenzione precoce, evitare
o limitare la patologia In definitiva, sebbene la predisposizione genetica individuale sia immutabile, sotto il profilo ambientale, in relazione cioè allo stile di vitadell’individuo, alla sua alimentazione sarà possibile agire su tale costituzione evitando completamente, ritardando o limitando l’espressione della patologia.
Attraverso il test, due saranno i passaggi fondamentali:
– la Refertazione (definisce il fattore di rischio genetico),
– il Trattamento Personalizzato (agisce sui fattori ambientali)

IL NOSTRO TEST DEL DNA:
a) linea dimagrimento/rimodellamento cellulite
b) invecchiamento della pelle, antiaging
c) prevenzione caduta e cura capelli